Logo
Stampa questa pagina

Casa di Via Cairoli a Roma

Il Convento di Via Cairoli - detto anche “Convento di S. Fedele in Urbe” - è stato voluto specificatamente come ‘casa di accoglienza’ dal Ministro generale, fr. Pasquale Rywalski, e dal suo Consiglio nel 1978. La gestione fu affidata con una convenzione alla Provincia di Lombardia. La sua finalità è così descritta: “La casa resta generalizia a tutti gli effetti e ha lo scopo principale di offrire l’ospitalità a tutti i frati di passaggio per Roma”. L’ospitalità è stata poi estesa anche ai parenti stretti dei frati della fraternità, della Curia generale e della famiglia stabile del Collegio internazionale, ai sacerdoti, e ai religiosi.

L’accoglienza non è aperta ad altre persone, poiché occorrono i dovuti permessi e la struttura non è adatta a tali esigenze. La sua vicinanza alla stazione ferroviaria Termini e a diverse Università pontificie, rende il convento assai adatto all’accoglienza per frati e sacerdoti di passaggio. Gli spazi principali sono rappresentati dalla cappella, una sala da pranzo con l’annessa cucina, una sala di lettura, un salone per riunioni, un giardino interno e una trentina di stanze, alcune delle quali occupate dai membri della fraternità, le altre a disposizione degli ospiti.

 

Contatto:

Convento Cappuccini San Fedele
Via Cairoli, 43
Roma 00185
Italia
Tel. +39 06 7707 1928
Tel. +39 06 7707 1930
E-mail: [email protected]

 

Ultima modifica il Lunedì, 30 Dicembre 2019 16:55
Copyright: Curia Generalis Fratrum Minorum Capuccinorum
Via Piemonte, 70 - 00187 Roma, Italia, tel. +39 06 42 01 17 10 / +39 335 1641820, ofmcap.org - 1528 - 2020 webmaster