Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 10:02 PM CET, Dec 11, 2019

Una visita piena di significati

In evidenza Una visita piena di significati

La fraternità dei Cappuccini di Tiaret (Algeria) ha avuto il privilegio di accogliere il nostro Ministro Generale Mauro Jöhri per la maggior parte della Settimana Santa e per una buona metà dell’Ottava di Pasqua. Festeggiare la Pasqua con lui in questo angolo sperduto dell’Algeria con la comunità parrocchiale composta da studenti sub sahariani lontani dalla loro famiglie e tre suore missionarie di Marie d’Aïn Sefra, è stata una grande gioia.

Oltre agli ambienti in cui opera la nostra fraternità, abbiamo approfittato della presenza del Ministro per mostrargli il luogo dove il vescovo di Orano, Mons. Jean-Paul Vesco, vorrebbe che noi vivessimo preferibilmente il nostro carisma di accoglienza: la casa di Aï nel Turk sulla riva del mare, vicino ad Orano, da dove sarebbe possibile prestare servizio alla basilica di Notre Dame de Santa Cruz, meta di pellegrini cristiani e di musulmani curiosi.

Abbiamo anche avuto la possibilità di trascorrere del tempo nel monastero di Tibhirine, dove la vita cristiana si mantiene con la memoria dei monaci trappisti e il dinamismo di una comunità di Chemin Neuf. Un anticipo delle prossime beatificazioni.

Crediamo che la vita semplice di preghiera della nostra fraternità abbia offerto al Ministro l’opportunità di riposare e di sperimentare quanto sia dolce ed evangelica la missione «tra i saraceni». Altri frati che volessero vivere la stessa esperienza per un eguale periodo di tempo o per una durata maggiore saranno benvenuti in Algeria.

I frati cappuccini di Tiaret