Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 1:35 PM CET, Feb 14, 2019

Gli Emirati Arabi prima della visita del Papa

Abu Dhabi. Questo anno ricorre l’800° anniversario della visita di San Francesco d’Assisi al Sultano d’Egitto. E proprio adesso i cattolici degli Emirati Arabi Uniti stanno aspettando un evento particolare, cioè la visita di Papa Francesco nei giorni che vanno dal 3 al 5 febbraio 2019. Non tutti sanno che su questo territorio la presenza dei Cappuccini è molto forte. La cura pastorale nei  paesi della penisola arabica è affidata all'Ordine Cappuccino come 'ius commissionis'. La Custodia generale di Arabia comprende 75 frati cappuccini provenienti da 20 circoscrizioni che prestano il loro servizio nei due vicariati (Sud e Nord Arabia) dei sette paesi.

Bishop Paul HinderLa maggior parte dei 65 preti che lavorano nel vicariato dell’Arabia del Sud, è costituita dai Frati Minori Cappuccini” – dice in un’intervista il vescovo Paul Hinder, anche lui Cappuccino, Vicario Apostolico della Arabia del Sud. „Il numero dei cristiani presenti qui arriva fino a un milione di fedeli. Le appena 17parrocchie del nostro vicariato sono affollate dai fedeli, che sono emigranti” – continua il Vescovo. “Il Vicariato abbraccia gli Emirati Arabi Uniti (9 parrocchie), l’Oman (4 parrocchie) e lo Yemen (4 parrocchie: qui l’attività è ridotta a causa della guerra). Adesso avremo un momento particolare: il Papa viene qui in visita. In Abu Dhabi il Santo Padre celebrerà la santa Messa nello stadio per più di 100.000 fedeli. Questo sarà un incoraggiamento per tutti i cattolici che vivono qui, ed anche un motivo di gioia per i fedeli che possono accogliere il Papa in questo momento storico della Chiesa. Per la prima volta, nella storia di questo paese, il Santo Padre celebrerà in pubblico la santa Messa in Abu Dhabi.

Oltre all’incontro con i fedeli, la visita del Pontefice comprende anche la visita alla Grande Moschea di Sheik Zayed e la partecipazione ad un incontro interreligioso organizzato ad Abu Dhabi.

In questa occasione vogliamo presentare, attraverso i media, un po’ della realtà della Chiesa in questa parte del mondo, probabilmente poco conosciuta. La chiesa, piena di fedeli provenienti da tutto il mondo, con una maggioranza proveniente dall’India e dalle Filippine. I giovani, pieni di entusiasmo, nonostante i problemi quotidiani. Le messe, alle quali partecipano migliaia di persone con una grande partecipazione di laici volontari, che aiutano a portare avanti una realtà cosi vivace e dinamica.

Nelle settimane precedenti la visita del Papa, oltre il servizio per i fedeli durante il tempo di Natale (fino a 23 messe al giorno nelle parrocchia di Abu Dhabi in 13 diverse lingue) ci sono stati due eventi particolari. Il primo, è stata la benedizione della pietra angolare della nuova parrocchia a Ruwais il 29 di dicembre 2018 (parte occidentale degli Emirati Arabi) e l’ordinazione sacerdotale  del 4 gennaio 2019 del diacono Abishai Vase, un indiano cresciuto in Dubai. Vi invitiamo a guardare l’intervista con il vescovo Paul Hinder e gli altri video e le fotogallerie, che documentano la realtà cristiana di questa parte del mondo ed i luoghi che saranno visitati dal Papa.

Video

Foto

Catholics in Abu Dhabi:

Abu Dhabi:

Ruwais 2018.12.30. Abu Dhabi UAE:

Ultima modifica il Sabato, 26 Gennaio 2019 09:47