Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 12:17 PM UTC, Jul 23, 2021

Chiusura dell’Anno Accademico

Chiusura dell’Anno Accademico
al Collegio San Lorenzo da Brindisi

Roma. Al termine di ogni anno accademico si ringrazia e si fa festa. È avvenuto così anche quest’anno nel nostro Collegio San Lorenzo. Anche questo anno, come quello precedente, ha avuto i suoi problemi collegati alla pandemia, causando tante difficoltà sia in ordine alle relazioni tra i frati sia in riferimento al mondo esterno per l’attività didattica, senza dimenticare le difficoltà per muoversi da un Paese all’altro, da una Nazione all’altra. Ma per grazia di Dio tutte queste difficoltà sono state superate e anche l’anno accademico 2020-2021 è giunto alla sua felice conclusione.

Il giorno 19 giugno scorso l’evento è stato solennemente celebrato. Tutta la comunità del Collegio, studenti, frati della famiglia stabile, personale della casa, si sono dati appuntamento per far festa: prima nella grande cappella e poi nel piazzale antistante il Collegio. Nella Cappella ha avuto luogo la solenne concelebrazione presieduta dal Ministro Generale – fr. Roberto Genuin. Alla fine della celebrazione il Rettore del Collegio, fr. Andrzej Kiejza, ha così sintetizzato il lavoro dell’anno. “Abbiamo iniziato quest'anno accademico sperando che fosse migliore del precedente, invece si sono fatte esperienze ancora più difficili. A cavallo tra novembre e dicembre diversi nostri fratelli si sono ammalati di Covid: quindi la quarantena e l'isolamento. Durante quest'anno molti di noi hanno perso genitori, parenti e confratelli delle loro Province. Tutto questo è stato un'esperienza assai difficile… Ma quando valutiamo tutto, anche da una prospettiva così breve, riconosciamo il tangibile aiuto di Dio, la solidarietà e l'assistenza dei confratelli, il legame di amicizia con chi ci è vicino. Questa esperienza ci ha permesso di sopravvivere ai momenti più difficili. Per questi più grandi doni della grazia di Dio e dell'amicizia umana rendiamo oggi un vivo ringraziamento.

Il Rettore traccia a questo punto un bilancio del lavoro fatto: “La nostra comunità fraterna, nonostante le difficoltà, ha vissuto una vita abbastanza normale, basata su un ritmo quotidiano di preghiera, di lavoro e di riposo.

Infine fr. Andrzej passa ai ringraziamenti. “Oggi vogliamo esprimere un ringraziamento particolare ai nostri confratelli che hanno già completato gli studi o che li stanno finendo e che torneranno a casa alla fine dell'anno accademico (sono 28). Eccone i nomi: Edward Alphonse, India; Ersumo Babore, Etiopia; Treejo Chakkalakkal Rappai, India; Charles Charo, Kenya; Naveen Dsouza, India; Jaya Sheelan Eldabonce, India; Arokia Britto John Bosco, India; Stephen Kabiito, Uganda; Suresh Kerketta, India; Muthaiah Kolli, India; Basley Felix Malenda, Tanzania; Mariadi Johannes Philipus, Indonesia; Devendra Nayak, India; Prashanth Noronha, India; Tomas Ginga Panzo Suva, Angola; Ebin Pappachen, India; Botham Patil, India; Claudio Pattaro, Italia; John Britto Peter, India; Thomas Piolata, Stati Uniti; Denis Tadbe, Ciad; Marcio Tessaro, Brasile; Michael Chege Thinguri, Kenya; Jinto Thomas, India; Pietros Welde, Eritrea; Almas Yousaf, Pakistan.

Dopo essersi rivolto agli studenti allarga l’orizzonte dei suoi saluti e dei suoi ringraziamenti, rivolti in primo luogo al Ministro Generale, fr. Roberto Genuin, “per la sua presenza tra noi… e per il sostegno e l’interesse che mostra al Collegio”. Con lui ringrazia anche il Vicario Generale, fr. José Angel Torres Rivera, e tutti i consiglieri generali e i confratelli della Curia Generale.

Ringrazia inoltre gli ospiti e i confratelli delle altre comunità dipendenti dal Ministro generale.

Un ringraziamento particolare va ai frati della Famiglia stabile del Collegio, ai confratelli dell’Istituto Storico e a tutti i professori che assistono continuamente gli studenti nel loro lavoro intellettuale. E sono ringraziati i fratelli laici della famiglia stabile per il loro servizio paziente e silenzioso. Un saluto particolarmente sentito a fr. Marcelo Gasparin, che ritorna nella sua Provincia di Rio Grande do Sul, Brasile, dopo sei anni di intenso servizio.

Il Rettore rivolge ancora un ringraziamento ai frati studenti “per aver creato una comunità di preghiera e di lavoro”, e al personale per il loro prezioso servizio.

Infine, il ringraziamento ai suoi collaboratori: al vicerettore, fr. Bona Marcel Rodrigues, all’animatore spirituale della comunità e consigliere generale fr. Kilian Ngitir, e a fr. Maximino Tessaro economo del Collegio. “Il vostro lavoro – conclude – e la dedizione con quale lo svolgete è qualcosa che non può essere adeguatamente valutato. Grazie.

Terminata la concelebrazione ed esauriti i ringraziamenti, la festa prosegue nel piazzale antistante il Collegio per consumare insieme una cena “etnica” allietata da musiche e balli.

Galleria delle foto

 

Ultima modifica il Lunedì, 05 Luglio 2021 06:10