Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 11:37 PM UTC, Dec 6, 2021

Incontro Panamericano dei Cappuccini: un kairós

I cappuccini di tutti le circoscrizioni delle Americhe avevano un appuntamento nell’Ottobre del 2020 in Panamá: L’INCONTRO PANAMERICANO. Il proposito era ravvivare la fiamma del carisma nell’intero Continente. I frati si stavano preparando con la preghiera, con apposite celebrazioni e con materiali per tre capitoli locali, per discutere sulla storia, le presenze attuali e i nuovi sogni sulla nostra missione, la formazione, le strutture e la collaborazione.

Gran parte delle fraternità hanno fatto i capitoli e inviato le loro sintesi. Era la prima volta che ministri e delegati di tutto il continente, cercando di rompere le barriere linguistiche, culturali e socio-economiche, dopo aver ascoltato le fraternità locali, si sarebbero seduti insieme per far avanzare la riforma cappuccina nel “Nuovo Mondo”.
 
Purtroppo la Pandemia ha fatto posticipare l’incontro per Maggio 2021. Si è dovuto cambiare il luogo per Sao Paulo e aggiustare il programma. Inoltre, per mantenere i frati animati, la commissione organizzatrice ha preparato un nuovo capitolo locale e anche una celebrazione della Vergine di Guadalupe per tutte le fraternità. Di nuovo, loro si sono radunati producendo nuove riflessioni. Ma la crudele pandemia ha obbligato a sospendere di nuovo l’incontro. Cosa fare? Avevamo già la sintesi di tutti i capitoli, il programma, gli interventi… Il rischio era perdere l’entusiasmo.

Dunque si decise di avviare l’incontro in modo online nella data prevista, con un nuovo programma che culminerà con il raduno “in presenza” a maggio 2022, ciò significa che l’incontro ha la durata di un anno. Furono programmati raduni online ufficiali per tutti i superiori e delegati: quello di apertura (03 Maggio), uno sulla missione (07 Giugno), uno sulla formazione (13 Settembre), uno sulle strutture (08 Novembre) e uno sulla collaborazione (07 Marzo 2022). Tre di questi li abbiamo già realizzati con una eccellente partecipazione. In ogni meeting on-line c’è l’introduzione carismatica di un frate esperto (rispettivamente: fr. Helmut Rakowski; fr. Jaime Rey; fr. John Corriveau; fr. Mauro Jöhri) alla luce della sintesi dei capitoli locale, a cui segue il raduno in gruppi linguistici e la presentazione delle conclusioni. Inoltre, ci sono molti materiali audio e video delle nostre presenze nelle Americhe.

In parallelo a questi incontri ufficiali di superiori e delegati, si decise di realizzare, negli altri mesi, incontri Panamericani specifici, anche questi on-line, aperti a tutti i frati delle Americhe nei diversi settori. Abbiamo avuto ad aprile quello di GPIC, a luglio quello dei formandi, ad agosto quello dei formatori, ad ottobre ci sarà quello dei frati che hanno qualche lavoro pastorale, e a dicembre dei frati giovani, cioè, quelli che hanno professato dal 2010 in poi. Ci sta sorprendendo la partecipazione in questi incontri. Questa dinamica ha generato un singolare entusiasmo in tutta l’America. Ogni incontro ha la sua dinamica, in una o due sessioni, con qualche introduzione specifica, ma è principalmente un modo per far parlare i frati, sia in gruppi nella stessa sessione o con questionari, o in lavori per circoscrizioni e poi nelle conferenze per poi presentare la sintesi nella seconda sessione una o due settimane dopo.

Viviamo un vero kairós e non vogliamo perdere nemmeno una briciola di quello che lo Spirito ci sta regalando attraverso gli esperti e i superiori, ma anche attraverso tutti e ognuno dei frati che si è coinvolto. Infatti, questa è una delle nuove sfide che la commissione organizzatrice ha davanti: dare il giusto seguito alle nuove intuizioni che sorgono. Qualcuno ha già detto, che la pandemia ci ha dato l’opportunità di arricchire molto di più il progetto originale.

Preghiamo Dio di poter avanzare in questo cammino e che Egli porti a compimento l’opera da lui iniziata. Pace e bene.

Ultima modifica il Martedì, 19 Ottobre 2021 11:55