Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 9:33 AM UTC, Jun 23, 2022

Schola Fratrum

Schola Fratrum

per imparare ad essere fratelli di tutti

Preparazione alla Ratio Formationis Localis - CCMSI- India 2021

Preparare un testo con la partecipazione di tutti fratti, ascoltare le sfide del proprio contesto geografico e culturale, e cercare di capire l’attualità del nostro carisma è veramente un’arte. Soltanto i momenti di preghiera, ascolto, riflessione profonda, condivisione e discernimento fraterno possono rendere credibile il documento della Ratio Formationis Localis.

Dal 6 al 21 dicembre 2021, i formatori, i delegati di GPIC (Giustizia, Pace e Integrità del Creato - circa 41 frati) e i Superiori maggiori della CCMSI (Capuchin Conference of Major Superiors in India), insieme ai rispettivi consigli (circa 65 frati), hanno tenuto un seminario interattivo presso l'Anugraha Counselling Centre (Tamilnadu - India), per preparare la Ratio Formationis Localis e aggiornarsi su alcuni temi rilevanti della nostra spiritualità, carisma, interculturalità e formazione.

Diversi esperti ci hanno illuminato sui fondamenti teologici del nostro “proprium carismatico”, sul dialogo tra la ricchezza della nostra spiritualità francescana e i valori propri delle culture locali, sul vissuto della nostra identità nelle diverse latitudini del subcontinente indiano. Abbiamo anche riflettuto insieme sulle sfide della collaborazione interprovinciale, il bisogno d’un nuovo sguardo sulla nostra formazione umana, in modo particolare la maturità psicosessuale, la responsabilità di essere vicini ai poveri e anche sull’importanza di celebrare la gioia di vivere insieme come frati cappuccini.

Rivolgendosi ai partecipanti in collegamento on-line da Roma, il nostro Ministro generale, fra Roberto Genuin, ha detto quanto segue:

“Non c'è vita cappuccina se non c'è vita fraterna - La fraternità è uno degli elementi forti della nostra identità. Ci dovrebbero essere almeno tre membri in ogni fraternità, ma si incoraggia un numero maggiore se è possibile. La Ratio Formationis non è pensata solo per la formazione iniziale, ma anche per la formazione permanente (madre della formazione iniziale) e per tutte le fasi di formazione della nostra vita. Non dimenticare l’importanza di prendere cura della pastorale vocazionale. Lo spirito della Ratio formationis Localis deve entrare dentro della mentalità delle culture locali delle vostre circoscrizioni. Ci vorrà tempo ed energia ma bisogna focalizzare il vostro lavoro come conferenza CCMSI su questi punti”.  

Ogni mattina, fra John Baptist, Consigliere generale della CCMSI, ha iniziato i lavori con una bella meditazione biblica per illuminare le diverse realtà della formazione nel contesto indiano. Allo stesso tempo, fra Waldheim, Presidente della CCMSI, ha invitato tutti i partecipanti a essere concentrati su iniziative pratiche e concrete della RFL nell’ambito della propria Conferenza.

La relazione sulla visita accademica fatta nei nostri centri accademici, presentata dal Segretariato Generale della Formazione, e gli altri contributi dei partecipanti, hanno evidenziato alcune sfide importanti: la comprensione e la personalizzazione delle intuizioni della RF, la collaborazione interprovinciale, la fornitura di personale sufficiente ai centri di formazione, la necessità di collaborare per trovare nuovi modelli per la promozione delle vocazioni, la creazione di alcune fraternità formative comuni a livello di CCMSI e il coinvolgimento dei Segretari della formazione di ogni circoscrizione per valutare e animare le fraternità formative secondo lo spirito della Ratio.

La presenza dei membri di GPIC ha aggiunto forza all'incontro e alle riflessioni. Pensando al futuro, entrambi i gruppi si sono trovati d'accordo sulla necessità di approfondire lo spirito della collaborazione fraterna tra i progetti formativi e i progetti di GPIC: la pace, la giustizia, il dialogo interreligioso, la cura del creato e la prossimità ai poveri sono l’anima della nostra formazione. I partecipanti hanno portato proposte concrete per mettere in contatto e accompagnare esperienze formative nelle periferie, riconoscendo la necessità di avere una visione illuminata sulla realtà sociale attuale.

È stata una benedizione avere tutti i Superiori maggiori con il rispettivo consiglio per tre giorni: hanno potuto aggiornarsi su alcuni temi rilevanti e riflettere sulla Ratio Formationis Localis. A questo scopo hanno deciso di nominare una commissione che coordini la redazione del documento, prima di essere presentato al Consiglio Generale per l'approvazione. La commissione sarà in stretto contatto con il SGF.

Con piacere condividiamo con voi questo video che è una piccola mostra della bellezza del nostro incontro: Venite a festeggiare...!