Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 11:37 PM UTC, Dec 6, 2021
Benedict Ayodi

Benedict Ayodi

GPIC si sviluppa in Asia e Oceania

MANGHAWAY-TALISAY, Cebu, Filippine - Il corso GPIC del 2015 in ASIA-OCEANA-PAPUA è stato un corso interfrancescano di GPIC con lo scopo di preparare i fratelli e le sorelle francescani che lavorano nella rispettive Congregazioni come ANIMATORI di GPIC. Il corso, che si è svolto nel St. Francis Seraph Retreat Center, Manghaway, Talisay, Cebu, nelle Filippine, dal 26 luglio al 7 agosto 2015, è stato partecipato da più di 70 fratelli e sorelle di gruppi GPIC francescani e non-francescani. I partecipanti provenivano da diversi paesi, come Giappone, Taiwan, Corea, Indonesia, India, Pakistan, Vietnam, Myanmar, Australia, Papua Nuova Guinea e Filippine. Gli animatori provenivano dall'Ufficio di GPIC delle Curie Generali OFM e OFMCap, dal settore privato come anche da Franciscans International. A guida degli animatori sono stati fr. Joe Rozansky, OFM, e fr. Benedict Ayodi, OFMCap.

Sono stati esposti e discussi specialmente i seguenti argomenti:

  • La trasversalità della nostra vita spirituale in tutti gli aspetti della vita religiosa di un animatore di GPIC
  • San Francesco e la povertà
  • Neo-Liberalismo e povertà
  • La Scrittura e la povertà
  • La teologia dell'Asia e la povertà
  • Le religioni dell'Asia, la povertà e i problemi regionali
  • Principi di una progettazione strategica
  • Linee-guida e obiettivi per gli animatori GPIC
  • Cose da fare e cose da non fare dagli animatori GPIC
  • GPIC e formazione
  • Collaborazione/cooperazione GPIC
  • Ecologia nella vita quotidiana di un francescano
  • Progetto provinciale GPIC
  • Strumenti di una costruzione francescana di pace
  • Ci sono stati anche gruppi di studio che hanno permesso agli animatori GPIC dei differenti paesi di condividere le loro esperienze e situazioni e così d'imparare gli uni dagli altri. Alcuni dei gruppi di studio sono stati: Religioni dell'Asia e povertà, Volti della povertà nei paesi partecipanti, Positive iniziative di GPIC nei paesi partecipanti, Riduzione delle nostre impronte ecologiche, Progetto provinciale di GPIC e strumenti di una costruzione francescana di pace.

Il 1° Agosto, sabato, i partecipanti del corso hanno fatto una visita assai istruttiva all'"Arcival Eco-Farm", dove hanno avuto possibilità di avere nuove visioni della pratica di una conduzione a consumo zero e di produzione di elettricità con mezzi assai più ecologici, come l'energia solare.

Durante questo corso di due settimane i partecipanti hanno potuto sperimentare come meglio sviluppare le loro capacità ed avere visioni più vaste e approfondite. Allo steso tempo le attività e la condivisione di realtà delle differenti regioni hanno fornito idee fresche e incoraggiamento. Il corso ha reso possibile una maggiore interconnessione e collaborazione fra i paesi partecipanti, le diverse Congregazioni e i laici che lavorano in GPIC.

GLI ANIMATORI GPIC DELLA PACC CAPPUCCINA

Otto cappuccini delle circoscrizioni della PACC hanno partecipato al Corso. Essi sono:

  1. fr. Modest Eligi Sangia, OFMCap (Papua Nuova Guinea)
  2. fr. Supralika (Hilarius) Kemit, OFMCap (Medan, Indonesia)
  3. fr. Hotdin Crisantus (Yosafat Ivo) Sinaga, OFMCap (Medan, Indonesia)
  4. fr. Robertus (Harold) Harianja, OFMCap (Medan, Indonesia)
  5. fr. Taehyeong (Peter) Kim, OFMCap (Corea)
  6. fr. Gwangjin (Andrew) Nam, OFMCap (Corea)
  7. fr. Edgardo Dumaual, OFMCap (Filippine)
  8. fr. Joel de Jesus, OFMCap (Filippine)

Durante il Corso fr. Benedict Ayodi, OFMCap, presidente di GPIC della Curia generale dei cappuccini, ha incontrato i frati cappuccini due volte (30 luglio e 3 agosto). Sono state formulate le seguenti risoluzioni:

  1. Fare una proposta ai superiori della PACC per la nomina di un coordinator GPIC della PACC, il quale animi le Commissioni GPIC delle circoscrizioni della PACC. Egli sarà anche la persona di contatto fra GPIC della PACC e la GPIC della Curia generale.
  2. Avere ogni anno un argomento comune a tutte le Commissioni GPIC della PACC in modo da lavorare in esso simultaneamente e, si spera, in collaborazione.
  3. Le Commissioni di GPIC della PACC dovrebbero incontrarsi almeno una volta all'anno, non fosse che attraverso Skype.
  4. GPIC della PACC dovrebbe trovare modi e mezzi per incarnare lo spirito di GPIC nella formazione iniziale delle diverse circoscrizioni.
  5. Le fraternità di ogni circoscrizione della PACC siano incoraggiate a rispondere al questionario GPIC della Curia generale sul sito web GPIC della Curia generale in modo che GPIC della Curia generale possa creare un database affidabile e utile a livello internazionale per il lavoro di GPIC.

La domenica della seconda settimana i cappuccini insieme alle suore della FSPIF e ad altri partecipanti sono andati alla spiaggia. È stato un modo per avere una maggiore reciproca conoscenza e per stabilire più forti relazioni.

Tutto il corso è stato molto fruttuoso e ha offerto a tutti i partecipanti motivi per essere non solo operatori ma anche animatori di GPIC. Ai partecipanti che stanno organizzando le Commissioni di GPIC nelle rispettive Congregazioni ha poi offerto anche idee e procedimenti pratici per come iniziare.

La nostra speranza è che, dopo questo Corso, possiamo ritornare nei nostri rispettivi Ordini e Congregazioni pieni di zelo e di energia per promuovere la spiritualità di GPIC e lavorare in mezzo ai nostri fratelli e sorelle. Dio sia lodato ora e sempre.

fr. Benedict Ayodi

Sottoscrivi questo feed RSS