Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
aktualizacja 1:58 PM CET, Oct 31, 2020

Edmond Michelet (Prot. N. 2697)

Edmond Michelet nasce a Parigi l'8 ottobre 1899, secondo di cinque figli. Fu rimosso dalla scuola elementare pubblica dopo che aveva risposto all’insegnate che il più grande benefattore dell'umanità era Gesù Cristo. Il 14 gennaio 1918, durante la prima guerra mondiale si arruola volontariamente e inviato a Brive, dove conosce Marie Vialle, che sposò il 15 febbraio 1922. Membro dell'azione francese fino a quando Pio XI non condannò tale movimento. Dal 1922 al 1925 è a Pau, dove lavorò con suo padre. Nel 1926, si trasferì come agente di vendita e mediatore giurato a Brive, con la sua famiglia. È l'iniziatore di molte attività letterarie, educative e di beneficenza: la gioventù cattolica di Corrèze, le squadre sociali, il circolo Duguet, le nuove squadre francesi, l'embrione della democrazia cristiana. Quando scoppiò la seconda guerra nel settembre, nel 1939, aiutò i rifugiati. Rifiutò l'armistizio del giugno 1940 diventando in seguito membro della resistenza. Denunciato fu arrestato dalla Gestapo il 25 febbraio 1943, mentre si preparava, come tutti i giorni, ad andare alla messa. Il 15 settembre 1943 è deportato a Dachau. Nel marzo 1945 accetta di rappresentare la Francia nel Comitato internazionale del campo di concentramento. Il 18 luglio 1945, il Movimento di liberazione nazionale francese lo designò come membro dell'Assemblea consultiva provvisoria. Fu successivamente: eletto deputato nella prima assemblea costituente (21 ottobre 1945) e successivamente nominato ministro degli eserciti (1945-1946). Dal 1954 al 1957 è senatore e allo stesso tempo delegato francese alle Nazioni Unite. Dal 9 giugno 1958 fu ministro degli affari dei veterani e delle vittime della guerra nel governo Charles de Gaulle (giugno 1958-gennaio 1959), poi ministro della giustizia nel governo Michel Debré (gennaio 1959- Agosto 1961). Il 24 agosto 1961, si dimise dal governo. Nel febbraio 1962, fu nominato per nove anni membro del Consiglio costituzionale. Nel giugno del 1963, dopo l'indipendenza dell'Algeria, fu il presidente fondatore dell'associazione Francia-Algeria. Dal 1967 al 1970 assume altri incarichi governativi. Il 9 ottobre 1970, muore a Marcillac, comune di Brive, nella sua casa di famiglia.

L’Inchiesta diocesana si è svolta a Tulle dal 16 settembre 2006 al 14 febbraio 2015. Ottenuto il decreto di validità giuridica, 21 ottobre 2016 è in corso l’allestimento della Positio.